La natura delle Eolie: uno scrigno da proteggere

La visita dell'arcipelago delle Eolie non può prescindere dalle sue ricchezze paesaggistiche e naturalistiche.

 

Sono moltissimi i turisti che decidono di attraversarla e scoprirne i segreti attraverso escursioni e giornate di trekking.
Tra le destinazioni preferite vi sono senza dubbio le cime dello Stromboli, che proprio per la sua natura vulcanica e la sua intensa attività eruttiva, attirano turisti da ogni parte del mondo, testimoni dello spettacolo e della forza inesauribile della natura. Lo spettacolo dell'eruzione è irresistibile soprattutto in notturna. Un altro vulcano visitabile è l'isola di Vulcano, con un'escursione alla sommità del cratere, con i suoi colori giallastri e l'odore intenso di zolfo. Vulcano è nota anche per il laghetto naturale di fanghi caldi, con emissioni di acqua di falda e presenza di vapori di zolfo, anidriti, sali di metalli e radioattività naturale, dalle proprietà terapeutiche.
Il territorio delle Eolie è ricco di pietre come la pomice e l'ossidiana, ricavata dalla roccia vulcanica, brillante e tagliante, o di rocce dalle mille sfumature, come nella zona di Caolino, nella parte occidentale di Lipari, caratterizzata da una parete a strapiombo e da un canyon modellato dal vento e dalla pioggia.
Il Monte Fossa delle felci a Salina, detto anche il "tetto delle Eolie" è la cima più alta di tutto l'arcipelago ed è una riserva ricca di alberi di castagni.
Per gli amanti della natura l'arcipelago delle Eolie offre quindi percorsi completi e suggestivi, nonché spunti ed esperienze molteplici, da un punto di vista paesaggistico, geologico e della biodiversità.

stromboliisoleeolie